Progetti di tesi magistrale in Marketing – Assegnazione

Attenzione! L'assegnazione di tesi per la laurea in Scienze Turistiche è
sospesa per passaggio ad altro corso di Laurea.

La realizzazione di una tesi magistrale in Marketing consiste in un lavoro ambizioso che il candidato svolgerà sotto la supervisione di uno o più docenti del gruppo di Marketing dell’Unical. Il lavoro prevede la realizzazione di una ricerca in parte concettuale e in parte applicata, con gli obiettivi di sviluppare ulteriori conoscenze specialistiche nel candidato e di redigere una tesi eccellente, capace di raggiungere il massimo della valutazione in seduta di laurea e di partecipare con buone prospettive ai vari premi di laurea proposti in Italia.

Il numero di tesi che, ad ogni singola scadenza, viene assegnato, è variabile, e dipende dalla velocità di sviluppo delle tesi già assegnate, e dalla numerosità di docenti e ricercatori dell'area Marketing. A causa di limiti nella "capacità produttiva", pertanto, viene attivato un processo di selezione competitiva.

Per l’assegnazione di una tesi magistrale in Marketing rappresentano requisiti importanti:

- aver seguito il corso di Marketing Progredito e aver superato con buoni risultati il relativo esame;

- capacità di leggere fonti in inglese;

- buona propensione all’applicazione di tecniche di ricerca qualitativa e quantitativa.

 

Gli aspiranti candidati possono presentare richiesta di assegnazione di una tesi magistrale nelle due settimane successive agli appelli d’esame di gennaio/febbraio, giugno-luglio, settembre, e novembre-dicembre. La richiesta di tesi, corredata dal CV del candidato, deve riguardare uno dei seguenti progetti (è possibile indicare più preferenze tra cui poi scegliere di concerto con il supervisore):

1. Fonti di creatività

La creatività nelle arti e nella scienza può derivare da ispirazioni improvvise, dall’uso di schemi (template) o dall’applicazione e dal lavoro. Questo progetto mira a studiare la prospettiva di artisti/scienziati, ma anche dei consumatori di prodotti artistici/tecnologici rispetto alla comunicazione agli altri della fonte della creatività. Il progetto può essere affrontato lungo diverse direzioni:

a) raccolta di dati secondari concernenti dichiarazioni di artisti/scienziati e le valutazioni dei loro prodotti;

b) conduzione di esperimenti per studiare gli effetti delle fonti di creatività su valutazioni, comportamenti, disposizioni di consumatori e artisti/scienziati.

 

2. Valutazione dell’attesa di eventi piacevoli

Procrastinare eventi spiacevoli è tipico di molti individui. È possibile ipotizzare, però, che le persone tendano a procrastinare anche eventi piacevoli (o ad apprezzare il ritardo) sulla base della durata e della frequenza dell’evento piacevole. Questo progetto può essere riguardare:

a) la conduzione di esperimenti per studiare gli effetti di ritardo, durata e frequenza sulla valutazione di eventi piacevoli;

b) la conduzione di survey finalizzate a studiare le relazioni tra tratti di personalità e caratteristiche temporali di eventi piacevoli.

 

3. Percezioni e valutazioni dei prodotti copycat

I prodotti copycat imitano l’apparenza visiva dei prodotti leader per ottenere vantaggi dovuti alle associazioni positive, sviluppate dai leader nel tempo, rispetto agli elementi grafici che li caratterizzano. Le valutazioni di diversi tipi di copycat possono dipendere da differenze individuali e da variabili contestuali. Questo progetto può essere riguardare:

a) la conduzione di esperimenti per studiare le valutazioni di diversi tipi di imitazione visiva rispetto all’approccio all’elaborazione dell’informazione degli individui;

b) la conduzione di esperimenti per studiare le valutazioni di diversi tipi di imitazione visiva rispetto a elementi contestuali come la time pressure o la presenza/assenza del leader imitato.

 

4. Conflitto tra valori e consumo vicario

Gli individui possono vivere situazioni di conflitto rispetto a determinate decisioni quando sono egualmente sensibili a valori collettivistici vs. individualistici. In questi casi, la soluzione del conflitto può comportare scelte di compromesso, di rinvio, oppure favorire le valutazioni del consumo vicario (fatto da altri individui rilevanti) dei comportamenti. Questo progetto può essere riguardare:

a) la conduzione di esperimenti per valutare comportamenti e percezioni degli individui posti di fronte a conflitto tra valori;

b) la conduzione di esperimenti per analizzare il ruolo delle soluzioni ai conflitti tra valori.

 

5. Percezione di affollamento e consumer behavior

In alcuni casi, i consumatori sembrano preferire luoghi di acquisto poco affollati, mentre per specifici tipi di servizio l'affollamento può comunicare valore al consumatore. Questo progetto di tesi mira a studiare gli effetti della percezione di affollamenti in contesti diversi attraverso:

a) la conduzione di esperimenti per valutare comportamenti e percezioni degli individui nel contesto dell'erogazione di servizi;

b) l'analisi di dati secondari sul comportamento d'acquisto in funzione dell'affollamento oggettivo tramite modelli econometrici.

 

6. Shopping list: approcci e influenze sul comportamento del consumatore

I clienti di un supermarket spesso si recano a fare la spesa con una lista degli acquisti. La shoppping list può però essere costruita con approcci diversi (analitici, generali, per prodotto, per brand) che potrebbero avere un impatto sul comportamento d'acquisto. Questo progetto può essere condotto in collaborazione con una impresa commerciale, che offra un incentivo ai clienti disponibili a farsi fotografare la lista della spesa all'ingresso del supermarket e lo scontrino all'uscita. I dati raccolti sul campo potranno essere analizzati

a) in forma qualitativa, classificando i soggetti rispetto allo stile di scrittura della shopping list;

b) in forma quantitativa, attraverso l'analisi di dati strutturati sul tipo di lista e sull'intensità degli acquisti.